Nati negli anni venti a Genova come pionieri delle gomme, siamo ora una realtà di riferimento nel mondo dei pneumatici. Con novant'anni di esperienza.

sulla destra Alessandro Balduzzi, il fondatore dell'azienda

Fondata a Cagliari nel 1927 da Alessandro Balduzzi, come emanazione in Sardegna della "Vulcanizzazione La Genovese" di Genova, la nostra società è la più antica del settore in Italia. Dotata fin dal principio di attrezzature avanzatissime per l'epoca, era in grado di effettuare nella piccola officina di viale Bonaria, angolo via Barone Rossi, sia l'assistenza (limitata a quei tempi alla riparazione delle "panne di gomma") che la riparazione e la ricostruzione dei pneumatici. 

Da Genova a Cagliari

L'attività nell'Isola prese vita propria e si arrivo presto a una scissione dalla casa madre di Genova. A Cagliari rimase Alessandro Balduzzi ed a Genova l'ex socio. Superate le difficoltà legate alla grande crisi del '29, alla fine degli anni '30 la sede venne spostata in un locale più grande, in viale Bonaria, contemporaneamente alla nascita di un piccolo stabilimento autonomo per la sola ricostruzione dei pneumatici, situato in viale Diaz. Durante la seconda guerra mondiale, Cagliari fu una delle città più bombardate e la Sardegna restò quasi completamente isolata. La "Vulcanizzazione La Genovese", già in difficoltà a causa della carenza di gomme da ricostruire, di gomme nuove e di materie prime per poter rifornire i pochi clienti che ancora potevano utilizzare un veicolo, dovette trasferire la propria sede in quello che era allora un piccolo centro vicino a Cagliari, Quartu S. Elena, relativamente più sicuro. Terminata la guerra e riaperta la sede di viale Bonaria in Cagliari, si avviò il processo di rinascita e di espansione. Nel 1952 entrò in produzione lo stabilimento di via Po che nel corso di pochi anni raddoppiò la sua potenzialità produttiva coi due ampliamenti del '53 e del '58. Si rese necessaria intanto la creazione una rete distributiva su scala regionale, adeguata alle crescenti esigenze del mercato. Fu scelto un sistema di tipo misto: si puntò innanzitutto sui rivenditori specialisti più qualificati, dotati di strutture e capacità adeguate all'immagine aziendale, ed in secondo luogo, ove le dimensioni del mercato lo richiesero, su centri assistenza gestiti direttamente dall'azienda. Nel 1954 iniziò l'attività della succursale di Sassari; due anni dopo quella in viale Trieste a Cagliari; nel 1961 si inaugurò la succursale di Ozieri e nel 1962 entrò in funzione il terzo ampliamento dello stabilimento di via Po. A questo punto la "Vulcanizzazione La Genovese" di Alessandro Balduzzi aveva un organico di 59 persone ed occupava 3.500 metri quadri, di cui 3.000 coperti, divisi tra lo stabilimento di via Po e le quattro succursali: due a Cagliari, una a Sassari ed una ad Ozieri. L'evolversi dei tempi e le dimensioni raggiunte, richiedevano una struttura più adeguata. Nacque così, nel 1964, "La Genovese gomme s.p.a." Presidente della società era Alessandro Balduzzi, il fondatore dell'azienda, sostituito alla sua morte (nel 1965) dal figlio Berto. Nel 1966 iniziò l'attività la succursale di Selargius e nel 1967 si inaugurò il nuovissimo centro assistenza di via Boiardo, in Cagliari, talmente innovativo da risultare tuttora attualissimo. Nel 1968 entrò in produzione il nuovo stabilimento di ricostruzione di Fangariu, in Cagliari - Elmas. Rivoluzionario nella sua concezione fin dal suo nascere, innovativo nel suo layout e nelle soluzioni adottate, questo impianto è sempre stato uno dei migliori esistenti. Sempre nel '68 aprì il centro assistenza di Oristano, mentre quello di Ozieri venne trasferito in locali più idonei ai nuovi volumi raggiunti. Nel '69 venne inaugurata la succursale di Macomer, che due anni dopo fu trasferita in nuovi locali. La crisi petrolifera dei primi anni '70 consigliò una pausa di riflessione. Ma riflessione non significa sosta. Si passò quindi ad una fase di ulteriore razionalizzazione della produzione nello stabilimento di Fangariu e, conseguentemente, a due ampliamenti nel 1973 e nel 1978, che consentirono l'installazione di più moderni e sofisticati macchinari per un miglior controllo della produzione, reso possibile anche dall'introduzione dei nuovi mezzi informatici, ed un considerevole aumento della potenzialità produttiva. Nel 1980 si inaugurò a Sassari il nuovo centro assistenza, più spazioso e funzionale del precedente, ormai inadeguato, e nel 1981 la stessa operazione venne effettuata ad Oristano. Sempre nel 1981 venne ulteriormente ampliato lo stabilimento di Fangariu, con un notevole potenziamento degli spazi destinati a magazzino, ormai del tutto insufficienti. Dal 1985, per un breve numero di anni, restò attiva anche la sede di Nuoro, che venne poi ceduta. Nel 1990 ebbe inizio, sempre nella sede di Fangariu, una operazione di ristrutturazione totale. Ne fu ridisegnato completamente il prospetto, portandolo all'aspetto attuale, in linea con i nuovi tempi; si rinnovarono completamente gli spazi ed il layout della zona dedicata ai servizi sulle autovetture e sugli autoveicoli industriali, dotandoli delle più moderne attrezzature; si raddoppiarono gli uffici e si affrontò una fase di ulteriore rinnovo di tutto il comparto produttivo. Nel 1994 la vecchia sede storica di viale Bonaria è stata completamente ristrutturata, valorizzando le pregevoli strutture murarie e creando un centro assistenza adeguato alla nuova importanza della zona. Nel 1995, proseguendo la ristrutturazione della sede di Fangariu iniziata nel 1990, si è dotata la struttura, di un nuovo capannone situato su un lotto di terreno adiacente al precedente e destinato allo stoccaggio delle carcasse di pneumatici da ricostruire; un passo indispensabile per poter passare alla lavorazione in serie nella produzione. Contemporaneamente sono state sostituite le precedenti macchine utensili, a controllo meccanico, con le recentissime macchine  totalmente computerizzate, che portano il sistema produttivo ad un grado di precisione elevatissimo. E' stato inoltre modificato completamente il sistema di trasporti interni, per renderlo più consono ai nuovi cicli di produzione e per garantire quei livelli di qualità che le nuove attrezzature consentono. Nel 1998 viene ultimata la ristrutturazione della sede di via Po a Cagliari e nel 2000 viene inaugurata la nuova sede di Macomer che viene spostata dal centro abitato alla zona industriale di Bonu Trau. Nel 2003 sono state completamente ristrutturate la succursale di via Boiardo a Cagliari e quelle di Sassari e Oristano. Nel luglio del 2004 è stata inaugurata la modernissima succursale di Olbia, situata nella zona industriale: l’anello mancante a una catena logistica che non ha eguali nel settore. Sempre nel 2003 parte un’importante collaborazione sull'attività industriale: Michelin sceglie La Genovese gomme per la produzione in Sardegna di pneumatici ricostruiti con tecnologia Recamic, lo stato dell’arte della ricostruzione. La nuova partnership richiede ingenti investimenti in macchinari e attrezzature all'avanguardia, ma permette all’azienda di presentarsi ancora una volta al mercato con un prodotto senza rivali. La partnership Michelin – LGg nella ricostruzione continua a tutt'oggi con reciproca soddisfazione ed è una parte importante della strategia dell’azienda per il medio e lungo termine.  Nel 2003 la LGg ha conseguito due importanti risultati in termini di Qualità aziendale. Si è infatti dotata di un sistema di Qualità, efficace nella totalità della Organizzazione e conforme alle recenti norme ISO 9001:2000 (attualmente aggiornato allo standard ISO 9001:2008), ottenendo la certificazione, a livello nazionale ed internazionale, dall’Ente più accreditato per il nostro settore, e cioè il Certiquality di Milano. Ha inoltre ottenuto dal KBA (Ministero dei Trasporti tedesco) e dal TUV (i più severi in Europa tra gli organismi autorizzati) l’omologazione dell’impianto di ricostruzione pneumatici alle normative europee ECE 108 e ECE 109 (in vigore in Italia dal 13 settembre 2006).